"Istruitevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra intelligenza. Agitatevi, perché avremo bisogno di tutto il nostro entusiasmo. Organizzatevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra forza." Antonio Gramsci

venerdì 24 dicembre 2010

Anche quest'anno è natale...

... e siamo tutti più buoni.

Forse voi. Io no. Io sono la solita vecchiaccia ipercritica e non ne posso più di tutto questo buonismo, di questi inviti al "volemose bene" che tanto non cambiano la vita di alcuno. Di questa corsa al regalo ed alla tavola di prelibatezze dal costo proibitivo. Che poi magari il tuo vicino ti sta pure antipatico, ma è natale e non glielo puoi dire... e questo è proprio il meno.

Sono stanca di un babbo natale che sarà pure rosso, come dice Crozza, ma è anche parziale e fazioso, visto che continua a portare il superfluo a chi non sa che farsene e agli altri, se va bene, nulla.

Data la premessa, non credo vi stupiranno i miei auguri... che cominciano con una "frase storica":

"Caro Gesù Bambino, ti ringrazio per aver esaudito i miei desideri dell'anno scorso. Ti avevo chiesto di eliminare la fame nel mondo, ed infatti quelli che avevano fame sono quasi tutti morti." (Giobbe Covatta)

e adesso, una galleria di immagini. Nemmeno tutte, sono stata attenta a non disturbare troppo la sensibilità di qualcuno...
























































Infine gli auguri veri e propri: ai diseredati della terra, agli emarginati, ai diversi, agli studenti incupiti, ai lavoratori cassintegrati precarizzati sfruttati disoccupati mobilizzati, alle parti civili dei processi contro aziende criminali, ai profughi, agli immigrati in cerca di futuro e pace, ai preti di strada, a chi combatte mafia e poteri forti, ai poliziotti democratici, ai malati, ai giudici coscienziosi, ai volontari, agli aquilani traditi, ai napoletani presi per i fondelli, ai comunisti in cerca di casa, a chi fa quello che dice, agli anarchici bastonati, agli ultimi ed agli umili ed a tutti gli amici che condividono le mie passioni e le mie lotte va il mio pensiero e l'augurio che l'anno nuovo ci porti una società più equa e solidale e pacifica (senza scordare che ce la dobbiamo conquistare).

A tutti gli altri, gerarchie ecclesiastiche e politiche, ai potenti della terra, ai sepolcri imbiancati di qualsiasi tipo e natura ed ideologia, alle forze dell'ordine dal manganello facile, ai duri con i deboli e servi con i forti, ai carrieristi, ai liberisti, ai ladri, ai collusi, ai dittatori più o meno in atto... auguro che si possano svegliare un giorno con il dio in cui dicono di credere che chiede loro conto del comportamento tenuto, e che li giudichi con giustizia.

Perché per me, o è natale per tutti, o non lo è per alcuno.

10 commenti:

il Russo ha detto...

Non lo ìè per alcuno, ma questo non mi impedisce dci augurarti di non cambiare mai.

elena ha detto...

grazie Russo, ti ricambio l'augurio. Un bacio al Russino e a voi tutti un abbraccio fraterno. E rosso! :)

SCHIAVI O LIBERI? ha detto...

Auguri cara Elena...
Un abbraccio.

Itsas ha detto...

Un bellissimo post,
mi unisco ai tuoi auguri, a quelli veri e al tuo desiderio, li condivido tutti...

Ciao
e auguri!

:-)

elena ha detto...

auguri ancora anche a voi, SoL ed Itsas... e grazie per essere passati di qui!
Fa sempre piacere vedere che non si è soli, a pensarla in un certo modo... soprattutto in questi tempi bui.

Sergio ha detto...

Ciao Elena, ho apprezzato la tua visita e ho notato che anche tu sei rimasta indignata dai comportamenti che certa gente (leggi casa editrice in questo caso) ha nei confronti di noi scrittori (professionisti). Mi chiedi di scriverti, e allora lo faccio volentieri, ma la tua email è quella sulla sinistra del tuo blog? Ti auguro senza retorica un buon inizio dell'anno. Ciao, Sergio

elena ha detto...

Ciao Sergio! Sì, la tua storia mi ha davvero indignato - come sempre quando qualcuno fa il prepotente. La mia mail... ehm, sì, è quella cosa strana a sinistra (storia lunga...) ma va benissimo anche quella di libero, che però non so dove compare... io accedo come "titolare" e non ho ancora capito cosa poi effettivamente vedano gli altri!
Aspetto tue notizie e intanto ti ricambio affettuosi auguri... e non solo perché l'anno che viene ti veda vittorioso con quegli spocchiosi! :) grazie per la visita!

Sergio ha detto...

Ti scriverò. Intanto ti auguro un anno all'insegna della serenità e della volontà di cambiare le cose.

il Russo ha detto...

Buon 2011 Elena, sia mai che ci si incontri per le strade d'Italia come purtroppo non c'è riuscito in dicembre a Genova...

Franca ha detto...

Buon Anno!
E che lo sia veramente...