"Istruitevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra intelligenza. Agitatevi, perché avremo bisogno di tutto il nostro entusiasmo. Organizzatevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra forza." Antonio Gramsci

domenica 1 aprile 2007

Hey! Dico!..






Io, parroco di provincia, non capisco questa Chiesa


................................
Lettera pubblicata oggi da un quotidiano a tiratura nazionale.
................................

Ciò che sta avvenendo è grave, e non so quanta avvertenza ci sia da parte del mondo cattolico. Mi riferisco alla nota della Cei.

La situazione è talmente grave che non possiamo non gridare anche noi. Se non parliamo noi, figli del Concilio, grideranno le pietre. Siamo alla talebanizzazione della Chiesa. Una Chiesa che si autoidentifica con il “clero”, peggio ancora con la “gerarchia”, che non ha occhi per vedere che se stessa.

L’ammonimento che “tutti i cristiani devono ascoltare la Chiesa” sovverte il concetto stesso di Chiesa e mortifica il ruolo dei laici in essa. Non più, quindi, la Chiesa come popolo di Dio che i pastori sono tenuti ad ascoltare e servire, ma un popolo di minorenni incapaci che devono solo ascoltare ed eseguire.

Così, in questa involuzione a precipizio, la gerarchia viene dispensata dall’ascolto ed al popolo viene tolta la parola.

A questo desolante scenario corrisponde, in campo politico e sociale, un atteggiamento omertoso e interessato di personaggi usi all’adulazione.

Aldo Antonelli

Parroco di Antrosano



9 commenti:

Anonimo ha detto...

Cominciavo a pensare che nessuno con la tonaca indosso fosse più fedele al Vangelo, meno male che qualcuno finalmente ha il coraggio di dire che questa non è più Chiesa. Basta leggere i Vangeli per capirla e poi denunciarla questa semplicissima ma amara Verità per noi credenti cattolici cristiani! Laura

Val ha detto...

Diventerà uno spretato....voce nel deserto....innocente vittima della bestia uomo.
Come noi tutti,del resto.
A voi la scelta
Suerte
Val

nunzio ha detto...

No Val, non divverà uno voce nel deserto, semplicemente perchè ormai le lande desolate sono piene di gente che grida contro una Chiesa "di minorenni incapaci che devono solo ascoltare ed eseguire".
Sono reduce da una cena con alcuni prelati e un seminarista.
Ho potuto constatare che sono molte le persone all'interno della Chiesa che la pensano come molti di noi su argomenti delicati.
Però l'Istituzione Vaticana, sembra vivere di vita propria e non grazie alle sue "membra" sparse per il mondo.
Ed è vero, purtroppo, che questo Papa vuole portare in voga alcune "procedure" (come la messa in latino o peggio ancora la lettura della Bibbia non per tutti) che riducano i cattolici a meri osservatori ed ubbidienti di cotanta sua maestà, tanto non capirebberebbero niente!
Ma questo perchè?
Perchè lui, il papa, con la sua squadra (perchè ricordiamoci sempre che non è mai solo nelle decisioni!) vuole eliminare il tanto odiato relativismo a suon di dinieghi e ristrettezze interpretative.
Io semplicemente, non sono d'accordo. Anche se, udite udite, lo acclamo quando, a differenza del tanto amato suo predecessore, ha la forza e il coraggio di dire: "Guagliò!! Questo è il Cristianesimo! E' inutile andare torno torno!"
Però mi sta deludendo sul fatto di non alzare la voce (come il suo tanto amato predecessore) contro i prepotenti!

Dalla Bibbia:
"Apri la bocca per il muto, per mantener la ragione di tutti quelli che sono in pericolo di perire. Apri la tua bocca, giudica giustamente; fà diritto al povero ed al bisognoso."

Ciao.

nunzio ha detto...

Perchè un Papa non urla contro i governi oppressori e che perdipiù si definiscono democratici?? Perchè il Papa non grida dalla sua finestrella:"Sig. Bush, Amministrazione U.S.A. tutta!! La chiesa dei fedeli di Cristo non tollera quanto state facendo nel mondo!! Voi... offendete la gloria di Dio!"

PERCHE' PAPA? MI ASCOLTI??
MI ASCOLTI??
PERCHE'?
Se fai così metti in pratica la Parola di Dio!! Non stare a menarla sui preservativi, sui rapporti di qua e di là, credo ci siano altre priorità in giro per il mondo!
Della corruzione amminstrativa te ne sei scordato?
Ora te lo suggerisco io cosa devi fare papa cattolico!
Tu, devi combattere giorno dopo giorno la corruzione dell'animo umano (e che non riguarda solo la sfera sessuale!!).
Uff... finito di sfogarmi, mi "sollevo" con un saluto a tutti i blogger di Solleviamoci.

nunzio ha detto...

Ehm.. scusate, devo continuare per essere più chiaro.
Il papa mi risponderebbe: "io non devo combattere nessuno, ma devo portare i fedeli verso la santa via".

Più o meno avrebbe ragione. Però dato il suo "intrufolarsi" politico e dato che prima i suoi predecessori sostenevano la Democrazia Cristiana... eh?
Allora che si fà Papino??
Facciamo alleanza contro i prepotenti o aspetti di comandare da solo quando si formerà il Partito Democratico!
Ma non sei il rappresentante della Chiesa Universale?
O rappresenti solo il micro-universo italiota??

Anonimo ha detto...

Condivido il pensiero di nunzio. laura

Val ha detto...

Che fai Nunzio:polemizzi con il Papa? :D
Guarda che la ribellione civile e il recupero dei valori cristiani andati persi,spetta a loro.
Le armi della ragione le hanno, eccome se le hanno.
E'sufficiente che riscoprino, e fomentino al loro interno,per poi esportarle all'esterno, le cinque piaghe della chiesa,che le gerarchie ecclesiastiche sarebbero costrette a dileguarsi ,e anche piuttosto velocemente.
Comunque non è certamente questa la nota dolente.
La cosa peggiore, e che nemmeno questi Dico faranno, e la cosa che mi fa più incazzare e la seguente:se da Barabba questo posso aspettermelo,da Gesù,mai!
Mah!
E non abbiamo parlato del resto....
Val

skakkina ha detto...

E meno male che davvero qualche uomo di Chiesa si ribella! Altrimenti sembriamo sempre noi comunisti mangiapreti e mangiabambini ad incazzarci!
Hai ragione, Nunzio, quando dici che il Papa fa bene a ribadire le "regole" del Cristianesimo. Solo non le imponga a noi laici e soprattutto a noi laici ITALIANI.
I precetti del Cristianesimo sono vita per i cristiani e modello per noi tutti, pure per gli atei. Però mi pare che il Nazareno non si sia mai impicciato di ciò che la gente faceva a letto. Questa è pura sessuofobia, che non ha niente, ma proprio niente a che vedere col messaggio cristiano.
E che? Qualcuno sta forse pretendendo che gli omosessuali si sposino in Chiesa? Non vogliamo cambiare le regole della Chiesa, ma che il Vaticano stia lontano dalle regole del vivere civile di un paese laico.
Ora, ci mancava solo il parallelo di Bagnasco fra DICO, pedofilia e incesto: quando pensi di averle sentite tutte....

Anonimo ha detto...

Non so più cosa pensare nei confronti delle istituzioni ecclesiastiche.

Visto che i poteri della politica non stanno occupandosi di politica, mi sembra quasi ovvio che i poteri della chiesa, che purtroppo è in Italia, cercano di sostituire i vecchi e decrepiti polituncoli che non hanno nessuna voglia di dare una sterzata e un rinnovamento per un futuro migliore nei confronti dei cittadini, che stanno prendendo solo frustate.

I pacs sono stati ridimensionati in modo farsesco, in pratica sono una presa in giro, ed inoltre, solo in Italia poteva succedere, sono stati chiamati Dico? Ma che dico?

Nonostante tutto, le ingerenze di questa chiesa sono un danno per noi tutti e per fortuna che nei loro stessi ambienti ci sono suoi rappresentanti che si rendono conto di questo atteggiamento antipopolare, fastidioso e prepotente.

Francamente sono proprio schifato da questi atteggiamenti.
Abbracci
Mario...RED58