"Istruitevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra intelligenza. Agitatevi, perché avremo bisogno di tutto il nostro entusiasmo. Organizzatevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra forza." Antonio Gramsci

mercoledì 28 febbraio 2007

E ORA, QUALE SINISTRA?


“Il mio pessimismo mi spinge a vedere un futuro nero, intollerabile a uno sguardo umanistico, dominato da un neo-imperialismo dalle forme in realtà imprevedibili.”

(P.P.P., Vie Nuove, 15/10/1964)


“Ho visto alla televisione per qualche istante la sala in cui erano riuniti in consiglio i potenti democristiani che da circa trent’anni ci governano. Dalle bocche di quei vecchi uomini, ossessivamente uguali a se stessi, non usciva una sola parola che avesse qualche relazione con ciò che noi viviamo e conosciamo. Sembravano dei ricoverati che da trent’anni abitassero un universo concentrazionario: c’era qualcosa di morto anche nella loro stessa autorità, il cui sentimento, comunque, spirava ancora dai loro corpi.”

(P.P.P., 18/02/1975: articolo per il Corriere della Sera dal titolo Gli insostituibili Nixon italiani)


“Nessun centralismo fascista è riuscito a fare ciò che ha fatto il centralismo della civiltà dei consumi. Il fascismo proponeva un modello, reazionario e monumentale, che però restava lettera morta. Le varie culture particolari (contadine, sottoproletarie, operaie) continuavano imperturbabili a uniformarsi ai loro antichi modelli: la repressione si limitava ad ottenere la loro adesione a parole. Oggi, al contrario, l’adesione ai modelli imposti dal Centro, è totale e incondizionata. I modelli culturali reali sono rinnegati. L’abiura è compiuta.”

(P.P.P., Scritti corsari, Milano, Garzanti 1975)


“L'Italia sta marcendo in un benessere che è egoismo, stupidità, incultura, pettegolezzo, moralismo, coazione, conformismo: prestarsi in qualche modo a contribuire a questa marcescenza è, ora, il fascismo.”

(P.P.P., Vie Nuove n. 36, 6 settembre 1962)


“[…] il nuovo fascismo non distingue più: non è umanisticamente retorico, è americanamente pragmatico. Il suo fine è la riorganizzazione e l'omologazione brutalmente totalitaria del mondo.”

(P.P.P., Scritti corsari, cit.)


Pasolini è morto, Gaber pure... entrambi inascolati. Nemo profeta in patria?

Vi ricordo che la discussione su "che fare, noi sinistra reale" prosegue nel post "proposta"... ora più che mai, è necessario AGIRE...

3 commenti:

nunzio ha detto...

A tutti i lettori: compratevi gli scritti corsari!

Val ha detto...

Avrei dovuto leggere l'intervista fatta ad un amico che,purtroppo non ho trovato.
Però,comprare LA STAMPA è stato ugualmente un ottimo investimento.
Ma quali scritti corsari del grande PPP o dei "perchèesattiapriori" del Giorgetto del quartiere dove ho passato la mia infanzia e adolescenza,leggiamo le verità di Mirko Fabbri da Pesaro e poi domandiamoci "che ora è?".
La vita reale e i dibattiti politici.
Situazione reale di una famiglia con due genitori "privilegiati"(dipendenti pubblici a tempo indetrminato)e due bambine di 6 e 3 anni
Entrate:primo stipendio,1290 euro;secondo 660 euro(part-time)totale 1950 euro.
Uscite:mutuo casa,450 euro;mutuo auto,210 euro;asilo 100 euro,bolletta gas,315 euro;bolletta acqua,100 euro;bolletta rifiuti85 euro;canone rai,104 euro;totale,1364 euro(e non è ancora finita).
Con i 600euro rimanenti bisogna comprare da nangiare per quattro persone e la benzina per andare a lavorare(non si pretendono certo lussi quali scarpe nuove,cinema,qualche libro o altre sciccherie).
Principali temi affrontati dalla politica nei dibattiti televisivi e non:legge elettorale,Dico,senatori a vita,ritiro delle truppe.Poi dice che uno comincia a sparare....
Non ho cambiato una sola virgola alla lettera postata da questo lavoratore.
Credo che mettero da parte qualsiasi pregiudizio(che non credo di avere) e farò come l'acheo all'interno del cavallo di Troia.
Ad aprile Elena, ad aprile.........
e tu?
Suerte
Val

elena ha detto...

Val, io mi sto curando l'influenza e deliro... ma tu sei sibillino!!!
Non sono sicura di aver capito quello che intendi: mi spieghi? Altrimenti rischio di risponderti fischi per fiaschi... e di confusione, mi sembra, ce n'è già a sufficienza... quasi come di inconcludenza... :)
suerte!