"Istruitevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra intelligenza. Agitatevi, perché avremo bisogno di tutto il nostro entusiasmo. Organizzatevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra forza." Antonio Gramsci

sabato 24 febbraio 2007

È Scoppiato il Caso «Zyprexa Uccide»





Non volevo imperversare con le brutte notizie.. ma questa dello zyprexa merita un'attenzione particolare. Alcuni di voi sanno che io opero essenzialmente in ambito sanitario (psichiatrico), e di questo farmaco ho visto far ingerire tonnellate ai miei pazienti (esagero? beh, l'armadio delle scorte era sempre stracolmo.. di ogni tipo di psicofarmaco si facevano ordinativi non inferiori alle 50 confezioni: e questo in una "struttura" con 18 ospiti..).
E' giusto sapere queste cose, come è giusto sapere che degli psicofarmaci si può FARE A MENO. Ci sono altre strade, non ultima la psicoterapia.. Evitiamoci, ed evitiamolo ai nostri amici e parenti, la via della castrazione chimica. Non serve a migliorare la qualità della vita (anzi!), ma sicuramente a far arricchire quei maiali che gestiscono l'industria farmaceutica.

__________________________________

Riportiamo qui il pezzo inserito da Ivan Ingrilli su: http://www.laleva.cc/indexital.html






Visitate il suo sito. Ne vale la pena!
mauro

__________

Anche se con notevole ritardo vi segnaliamo che negli USA è scoppiato il caso «Zyprexa Kills» (lo Zyprexa Uccide)...
Il caso Zyprexa è scoppiato grazie a Jim Gottstein: un avvocato, sopravvissuto alla psichiatria, nonchè fondatore del sito PsychRights. Gottstein ha fornito al New York Times le documentazioni sui gravi effetti collaterali dello psicofarmaco Zyprexa, mantenute segrete dalla Eli Lilly. Il New York Times si è interessata al caso pubblicando articoli sulla questione in 5 edizioni di fila, dal 17 al 21 dicembre, di cui un articolo in prima pagina.

CLICCA QUI PER SCOPRIRE
LE ULTIME NOVITÀ SUL CASO
ZYPREXA KILLS !

L’Olanzapina, immessa nel mercato nel 1996 con il nome commerciale o Zyprexa , è uno psicofarmaco neurolettico molto utilizzato in psichiatria, spesso spacciato per un farmaco «miracoloso» con pochi effetti collaterali. La verità emersa da questa inchiesta negli USA è che invece causa dei gravissimi effetti collaterali, tra cui l’obesità e l’inalzamento della glicemia, entrambe cause del diabete. Dalle migliaia di documenti occultati dalla Eli Lilly emerge che, la farmaceutica produttrice non solo era consapevole di questi rischi associati allo Zyprexa, ma si adoperò al fine di assicurare l’occultamento di tutte le ricerche compromettenti, al fine di non pregiudicare la commercializzazione di quello che è oggi il farmaco più venduto dalla Eli Lilly, un business che nel solo 2006 ha superato i 4 miliardi di dollari annui. È stimato che 2 milioni di persone al mondo assumono regolarmente lo Zyprexa.

SCARICA IN RETE LA DOCUMENTAZIONE OCCULTATA DELLA Eli LILLY!!! http://zyprexakills.ath.cx/

Nonostante la caccia alle streghe e le azioni legali della Eli Lilly è ancora possibile trovare in rete le scansioni zippate delle migliaia di documenti compromettenti...

L’Associazione per il Diabete Americana ha dichiarato che lo Zyprexa è il farmaco psichiatrico più a rischio in assoluto di causare il diabete. Ted Chabasinksi ha dichiarato in tribunale “Nonostante si tratti di una causa civile, ciò che questa documentazione dimostra è che ci troviamo di fronte ad un atteggiamento CRIMINALE da parte dei dirigenti della Lilly. Mentendo circa i reali effetti dello Zyprexa, ed occultandoli, hanno optato per una linea d’azione che sapevano avrebbe portato alla lesione ed alla morte di migliaia di persone…”

La casa farmaceutica Eli Lilly sta esercitando pressione legale per oscurare il sito di MindFreedom International e altri siti antipsichiatrici, accusandoli di divulgare il materiale che è oggetto del processo. Vi invitiamo quindi a visitare il sito di MindFreedom International all’indirizzo http://www.mindfreedom.org/ ed il sito PsychRights all’indirizzo http://www.psychrights.org/.

CLICCA QUI PER SCOPRIRE LE ULTIME NOVITÀ SUL CASO ZYPREXA KILLS ! GLI OPERATORI DELLA SALUTE MENTALE E GLI PSICOLOGI ROMPERANNO FINALMENTE IL SILENZIO DI FRONTE ALLE PROVE CHE CON IL LORO OPERATO SI RENDONO COMPLICI DELLA SISTEMATICA UCCISIONE DEI LORO PAZIENTI?

È tempo che diciate BASTA! e rompiate il muro del silenzio... avvertite i vostri ignari pazienti dei pericoli che corrono!!! Queste persone ripongono in voi la loro fiducia, NON TRADITELI !!!!


Fonte: OISM

Postato da Archimede su laleva.it, il 12.02.07 15:47

_____________________________

HUMOR NERO








































2 commenti:

socioweb ha detto...

Ti ho inviato un mio contributo sul tema: clicca e leggi. Ciao!

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.