"Istruitevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra intelligenza. Agitatevi, perché avremo bisogno di tutto il nostro entusiasmo. Organizzatevi, perché avremo bisogno di tutta la nostra forza." Antonio Gramsci

martedì 8 gennaio 2008

L'esorcista Amorth: «Satana è anche in Vaticano»



CITTÀ DEL VATICANO (8 gennaio) - Satana tra le sacre mura. A lanciare l'allarme della presenza del demonio anche in Vaticano è padre Gabriele Amorth, esorcista della diocesi di Roma, che rilancia in una intervista al Der Spiegel la sua preoccupazione sulla presenza di Satana tra le sacre mura. Allarme che ha diversi precedenti, più o meno illustri. Nel '76 infatti fu papa Montini a denunciare che il «fumo di Satana» era entrato in Vaticano ma l'espressione è stata ripresa in seguito anche dal vescovo-esorcista Emmanuel Milingo, poi finito scomunicato.

Al giornale tedesco padre Amorth descrive anche le fatiche della vita dell'esorcista. Padre Amorth, che è esorcista della diocesi di Roma e presidente onorario, nonché fondatore, dell'associazione internazionale degli esorcisti, negli ultimi tempi ha incrementato le denunce sulle presenze sataniche anche nella Chiesa. Alla fine di dicembre aveva affermato che molti vescovi e preti non credono più all'esistenza del demonio e ignorando la realtà spirituale negativa non riescono a illuminare le persone bisognose d'aiuto, che, non avendo risposte ai loro disturbi psichici e alle loro pene esistenziali, si rifugiano da maghi e cartomanti pensando di trovare risposte, senza contare coloro che allungano la lista prolifica delle sette sataniche contribuendo così all'incessante fiorire dell'occultismo.

Al settimanale tedesco il sacerdote esorcista ribadisce che «il demonio lavora ovunque: Il demonio è attivo a Fatima, a Lourdes, ovunque, e di sicuro in Vaticano, il centro del cristianesimo» e che tra le mura Leonine ci sono anche «sette sataniche». E ricorda che anche madre Teresa fu tentata dal diavolo, negli ultimi anni della sua vita, perché Satana «sfrutta la debolezza di chi sta morendo». Amorth ci tiene comunque a precisare che, quando parla di diavolo in Vaticano non si riferisce alla 35.ma Congregazione generale dei gesuiti, apertasi ieri. Amorth racconta poi che lavora sette giorni alla settimana, incluse la notte di Natale e il giorno di Pasqua, che negli ultimi 21 anni ha fatto «circa 70.000 esorcismi», e che la sua agenda per i prossimi due mesi è «già completamente piena». Per fortuna c'è il sostegno del Papa: «il Papa - riferisce - mi ha sempre incoraggiato molto».

fonte: http://www.ilmessaggero.it/articolo.php?id=16588&sez=HOME_INITALIA


...

2 commenti:

edgar ha detto...

Conosco qualcosa di Amorth, ma mi stupisce che uno come lui parli in questo modo. Poi, non mi fido degli esorcisti o di chi si autodefinisce tale.
Infatti, è la cosa più banale al mondo che Satana (o chi per lui) "aleggia" tra i santi.
Satana deve corrompere le anime buone, o nel caso del post, le istituzioni ecclesiali per dare scandalo ed aumentare la miscredenza e/o rafforzare appunto, idee fondate sull'inesistenza di Dio.

Caro Amorth, mica Satana va dai delinquenti, è Cristo che va dalle prostitute e dai peccatori. Quindi sei per caso tu, Amorth, posseduto da Satana perchè proferisci in tal modo?

Non so se ho reso l'idea.
Ciao.

N.B.: quanto scrivo, salvo manipolazione delle parole di Amorth, da parte del quotidiano fonte del post.

Franca ha detto...

Visto di quanti preti (e vescovi) pedofili si è venuti a conoscenza, non metto in dubbio le parole dell'esorcista!